Recensione DJI Mini 4 Pro -3Digital

Recensione DJI Mini 4 Pro

DJI ha appena rilasciato il suo ultimo drone sub-250 della serie DJI Mini. L’hype è stato all’altezza dopo averlo pilotato nell’ultima settimana? Le modifiche apportate valgono l’aggiornamento rispetto al Mini 3 Pro uscito meno di un anno e mezzo fa? Ecco la nostra recensione completa del DJI Mini 4 Pro.

Un drone che voleva essere “grande”, ora lo è

Il Mini 3 Pro ha tentato di colmare il divario tra i droni per principianti e quelli professionali offerti da DJI, ma non ci è riuscito. Siamo felice di poter dire che il Mini 4 Pro ha ufficialmente colmato il divario esistente.

L’uscita del Mini 3 Pro è stata ricca di modifiche al design e di aggiunte innovative. DJI ha scelto di rimanere fedele a quel design popolare, ma di migliorare i punti in cui il Mini 3 non era all’altezza. Soprattutto per quanto riguarda l’evitamento degli ostacoli e i codec di registrazione. Tuttavia, DJI ha anche introdotto un’altra novità per uno dei suoi droni di cui parleremo più avanti.

360 Obstacle Avoidance: I paraocchi sono stati rimossi

L’aspetto di gran lunga più negativo del Mini 3 Pro era il “rilevamento tridirezionale degli ostacoli”, che definirei “OK”. Se da un lato garantisce la tranquillità di non sbattere contro un albero quando si vola all’indietro, dall’altro tutto ciò che si trova a destra o a sinistra del drone è in grado di rovinare la giornata se non si fa attenzione.

Una delle prime cose che abbiamo fatto con il Mini 4 Pro quando è arrivato è stato farlo volare dritto contro un albero. Sul serio, come si fa a provarlo se non correndo intorno a un mucchio di alberi? Si è rivelato perfetto, mancando i rami, le foglie e il tavolo da picnic.

L’unica riprogettazione di DJI dell’esterno del Mini 4 Pro ha permesso di aggiornare il sistema di evitamento degli ostacoli a 360 gradi e, se posso dire, funziona piuttosto bene. Non solo evita le collisioni, ma ci offre anche una funzione ActiveTrack più robusta.

Chiamata ActiveTrack 360° e contrapposta alla funzione ActiveTrack 4 o 5, è nettamente superiore a quella del Mini 3 Pro e funziona a meraviglia. Lo dico subito: se siete persone che viaggiano e usano molto l’ActiveTrack, il Mini 4 Pro è il drone che fa per voi.

O4: un vero mini Air 3

Il secondo aggiornamento della serie Mini è il nuovo sistema di trasmissione O4, già annunciato con l’Air 3. Per questo motivo, il Mini 4 Pro sarà fornito con l’RC 2 o l’RC-N2 che supporta il nuovo sistema e fornisce una trasmissione solida e chiara. Ho avuto problemi di trasmissione solo una volta mentre volavo e sono abbastanza sicuro di essere stato vicino a delle linee elettriche, e tenete presente che ho usato un software pre-release.

Nel complesso, comunque, questo drone ci è sembrato di volare una versione molto più piccola dell’Air 3. Ha molte delle stesse specifiche dell’O4, gli mancano solo la fotocamera 3x e la velocità extra. È un po’ meno stabile nei venti più forti a causa del peso, ma è davvero simile.

D-Log M: tutti i droni DJI in linea con la classificazione del colore coerente

Uno dei maggiori cambiamenti, a mio avviso, è stato l’aggiunta del D-Log M all’elenco dei codec disponibili per la registrazione video. Mentre prima avevamo il D-Cinelike a 8 bit, l’opzione del colore a 10 bit porta la linea Mini alla pari con gli altri droni.

Questa è una di quelle caratteristiche che è veramente per i professionisti e non per il pilota medio. Ma se avete più di un drone che lavora a un progetto, sarete felici di sapere che tutte le serie di DJI ora registrano con lo stesso codec.

A mio parere, è una seccatura per i colori, ma so che molti di voi vogliono aggiungere questo formato e ho registrato in questo formato per qualsiasi cosa possa essere condivisa nei prossimi video. Tuttavia, il nuovo formato HLG che è arrivato sulla Mini 4 Pro sarebbe un’ottima opzione per chiunque voglia ottenere di più dai propri video, pur preservando i colori.

Accessori: Frustrante cambio di ND e grandangolo

Il set di filtri ND è disponibile nelle versioni ND16, ND64 e ND256, piuttosto utili. Sebbene non sia esattamente adatto ai miei casi d’uso, il filtro 256 sarà utile per chiunque effettui riprese timelapse.

Cosa c’è di sbagliato in questo? Sebbene quasi tutto il drone sia identico a quello del Mini 3, DJI ha cambiato il sistema di montaggio del Mini 4 Pro per gli attacchi degli obiettivi.

Ciò è dovuto probabilmente alla volontà di DJI di ridurre il peso il più possibile. I nuovi ganci per il montaggio sono stati spostati per sfruttare la protuberanza della fotocamera del Mini 4. Forse per risparmiare un grammo o due di materiale?

Una buona notizia, tuttavia, è che le batterie del Mini 3 sono intercambiabili tra i due droni. Condividendo l’incredibile tempo di volo di 30-40 minuti, che ho raggiunto quasi per intero con i miei voli.

La stessa vecchia fotocamera ora molto utilizzata

Bene, parliamo della fotocamera e delle specifiche della fotocamera che sono nuove con il Mini 4 Pro. Sebbene la fotocamera nel complesso sia la stessa rilasciata con la Mini 3, 1/1,3, 24 mm, 2,4μm pixel e 4K 60, presenta alcuni cambiamenti, come l’aggiunta del 4K 100 slow motion.

Il più importante è l’aggiunta del doppio ISO nativo. È la prima volta che DJI monta un drone e in pratica dovrebbe aiutare a scattare foto migliori. Non vi spiegherò come funziona questa tecnologia, questa recensione è già abbastanza lunga, ma il succo è una riduzione del rumore a determinate gamme ISO.

Nelle foto qui potete notare la netta differenza fra DJI Mini 3 Pro (a sinistra) e DJI Mini 4 Pro (a destra).

In pratica, sarà davvero difficile notare questi miglioramenti a meno che non si sappia cosa si sta cercando. Nel complesso la fotocamera è la stessa, ma ha aggiunto il supporto per alcuni nuovi formati video. Anche i DNG che escono da questo drone sono ottimi e modificarli per ottenere delle foto fantastiche è stato un piacere.

Giudizio finale: il Mini 4 Pro vale la pena?

Se state utilizzando il Mini 3 Pro per qualsiasi tipo di lavoro video professionale, allora sì, vale la pena fare l’upgrade. Se siete appassionati di viaggi e utilizzate ActiveTrack per catturare le vostre avventure, allora dovreste passare al Mini 4 Pro.

Consigliamo DJI Mini 4 Pro anche se siete solo degli hobbisti, l’ActiveTrack o l’evitamento degli ostacoli è stato perfezionato per renderlo ancor più ottimale. Finalmente non dovrete più aver timore di andare contro un albero.

A partire da 799,00€, il Mini 4 Pro è un prodotto estremamente ben posizionato per gli appassionati e ora anche per i professionisti.

Torna al blog