Il primo spettacolo di luci di droni DJI invita alla conservazione dell’acqua a livello globale -3Digital

Il primo spettacolo di luci di droni DJI invita alla conservazione dell’acqua a livello globale

Il gigante tecnologico DJI ha realizzato il suo primo spettacolo di luci con 1.000 velivoli, unendosi all’Organizzazione delle Nazioni Unite per l’alimentazione e l’agricoltura (FAO) per celebrare oggi la 43a Giornata mondiale dell’alimentazione.

Per illustrare il tema della Giornata mondiale dell’alimentazione con il motto “L’acqua è vita, l’acqua è cibo. Non lasciare indietro nessuno”, i droni si sono trasformati in gocce d’acqua e sono scesi sulla superficie di un lago per creare delle increspature.

Uno spettacolo di luci ipnotico si è svolto mentre una dea della vita, aiutata da un drone DJI Agras, seminava e nutriva la terra. Il risultato: Una scena armoniosa di verde in cui l’uomo e la natura coesistono. Il produttore di droni ha chiamato il progetto DJI Firefly.

“Siamo lieti di annunciare che lo spettacolo di luci del drone inaugurale del progetto DJI Firefly è dedicato alla celebrazione della Giornata mondiale dell’alimentazione”, ha dichiarato Christina Zhang, senior corporate strategy director di DJI.

“Le nostre soluzioni di droni agricoli stanno facendo passi da gigante nel miglioramento della produzione alimentare sostenibile e nella salvaguardia delle risorse idriche. Il nostro obiettivo è quello di sensibilizzare l’opinione pubblica sulla conservazione delle risorse idriche e dimostrare come il mondo possa raccogliere i benefici dei progressi scientifici e tecnologici”.

Sheikh Ahaduzzaman, rappresentante della FAO in Cina, ha aggiunto: “Proteggere le risorse idriche e salvaguardare la sicurezza alimentare richiede l’impegno congiunto di tutta la società. Apprezzo gli sforzi di tutti i partecipanti alla campagna di illuminazione pro bono della Giornata Mondiale dell’Alimentazione in Cina. Avete sensibilizzato un maggior numero di persone sulla Giornata Mondiale dell’Alimentazione, avete fatto comprendere meglio a tutti l’importanza della sicurezza alimentare e avete contribuito positivamente al raggiungimento degli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile”.

Dal 2012, DJI ha esteso la sua attività agricola a più di 100 Paesi e regioni in sei continenti. Entro l’inizio di ottobre 2023, l’area complessiva delle operazioni agricole globali di DJI raggiungerà i 988 milioni di acri (399 ettari).

Grazie alla precisione della fertilizzazione e dell’irrorazione, è stato registrato un risparmio idrico cumulativo di 174 milioni di tonnellate, equivalente alla quantità di acqua consumata da 300 milioni di persone in un anno. Alimentati da batterie anziché da combustibili, la riduzione cumulativa delle emissioni di carbonio da parte dei droni DJI Agriculture è stata di 20,58 milioni di tonnellate, equivalenti a piantare 1,26 miliardi di alberi sulla Terra.

Torna al blog